Pange lingua

 

Pange língua gloriósi
Córporis mystérium,
Sanguinísque pretiósi,
Quem in mundi prétium
fructus ventris generósi
Rex effúdit géntium.

Nobis datus, nobis natus
ex intácta Vírgine,
et in mundo conversátus,
sparso verbi sémine,
sui moras incolátus
miro cláusit órdine.

In suprémae nocte cenae
recúmbens cum frátribus,
observáta lege plene
cibis in legálibus,
cibum turbae duodénae
se dat suis mánibus.

Verbum caro panem verum
verbo carnem éfficit:
fitque sanguis Christi merum.
Et si sensus déficit,
ad firmándum cor sincérum
sola fides súfficit.

Tantum ergo Sacraméntum
venerémur cérnui:
et antícuum documéntum
novo cedat rítui:
praestet fides suppleméntum
sénsuum deféctui.

Genitóri, Genitóque
laus et jubilátio,
salus, hónor, virtus quoque
sit et benedíctio:
procedénti ad utróque
cómpar sit laudátio.

Amen.

 

 

 

 

 Inni e canti eucaristici

Pange lingua (traduzione italiana)

 

Canta, o mia lingua,
il mistero del corpo glorioso
e del sangue prezioso
che il Re delle nazioni,
frutto benedetto di un grembo generoso,
sparse per il riscatto del mondo.

Si è dato a noi, nascendo per noi
da una Vergine purissima,
visse nel mondo spargendo
il seme della sua parola
e chiuse in modo mirabile
il tempo della sua dimora quaggiù.

Nella notte dell'ultima Cena,
sedendo a mensa con i suoi fratelli,
dopo aver osservato pienamente
le prescrizioni della legge,
si diede in cibo agli apostoli
con le proprie mani.

Il Verbo fatto carne cambia con la sua parola
il pane vero nella sua carne
e il vino nel suo sangue,
e se i sensi vengono meno,
la fede basta per rassicurare
un cuore sincero.

Adoriamo, dunque, prostrati
un sì gran sacramento;
l'antica legge
ceda alla nuova,
e la fede supplisca
al difetto dei nostri sensi.

Gloria e lode,
salute, onore,
potenza e benedizione
al Padre e al Figlio:
pari lode sia allo Spirito Santo,
che procede da entrambi.

Amen. 

Ecce Panis

T’adoriamo Ostia Divina

Pange lingua (Tantum Ergo Sacramentum)

Davanti al Re

Adoro Te devote

Anima Christi

Ave verum

Sacrum convivium

Lauda Sion

O salutaris Hostia

Panis angelicus

Te Deum

Ubi caritas

Credo in Te Signor

Hai dato un cibo

Il Signore è il mio pastore

Il pane del cammino

O candida Ostia

Pane del cielo

Pane di vita nuova

Viva il Divin Sacramento

 

Home     pag.2

Chiesa San Vincenzo Ferreri

Adoro Te devote

Ti adoro devotamente, Dio nascosto,

che sotto questi segni a noi ti celi.

A te tutto il mio cuore si sottomette

perché nel contemplarti tutto viene meno.

La vista, il tatto, il gusto non ti intendono,

ma la sola tua parola noi crediamo sicuri.

Credo tutto ciò che disse il Figlio di Dio.

Nulla è più vero di questo Verbo di

verità. Sulla croce era nascosta la sola

divinità; qui anche l'umanità è nascosta;

tuttavia l'una e l'altra credendo e confessando,

chiedo ciò che chiese il ladrone pentito.

Come Tommaso non vedo le piaghe, eppure

ti confesso, mio Dio. Fa' che s'accresca

sempre più in me la fede in te, la mia speranza

e il mio amore per te. O memoriale della morte

del Signore, pane vivo che dai la vita all'uomo,

fa' che la mia mente viva di te, e gusti sempre

il tuo dolce sapore. Pio pellicano, Gesù

Signore, purifica me immondo con il tuo Sangue,

di cui una sola stilla può salvare tutto il mondo

da ogni delitto. Gesù, che adesso adoro sotto

un velo, fa'che avvenga presto ciò che bramo:

che nel contemplarti faccia a faccia,

io possa godere della tua gloria. Amen.

 

Ave Verum

Ave vero corpo, nato dalla Vergine Maria,

che tanto hai patito, immolato sulla croce

 per l'uomo. Dal cui fianco trafitto sono

sgorgati acqua e sangue: sii per noi chi ci

 precede nella prova della morte. O Gesù

dolce, o Gesù pio, o Gesù, figlio di Maria.

 

« Ave Verum Corpus natum de Maria Virgine

Vere passum, immolatum in cruce pro homine,
Cujus latus perforatum unda fluxit et sanguine,
Esto nobis praegustatum in mortis examine.
O Iesu dulcis, O Iesu pie, O Iesu, fili Mariae,

Miserere mei. Amen. »

Lauda Sion

Loda, o Chiesa, il salvatore, la tua guida,

il tuo pastore con inni e con cantici.

Lode piena, risuonante, gioia nobile e

 festante sgorghi dallo spirito.

Cristo vince,

Cristo regna,

Cristo domina.

Cristo vince,

Cristo regna,

Cristo domina!

Ecco il vivo pane del cielo, in cui Cristo

sotto un velo a noi si comunica. Cristo vince,

Cristo regna,

Cristo domina.

Cristo vince,

Cristo regna,

Cristo domina!

Buon pastore, pane vero, del tuo corpo col

mistero al premio tu guidaci. Cristo vince,

Cristo regna,

Cristo domina.

Cristo vince,

Cristo regna,

Cristo domina!

Anima Christi

Anima di Cristo, santificami;

Corpo di Cristo, salvami;

Sangue di Cristo, inebriami;

Acqua del costato di Cristo, lavami;

passione di Cristo, confortami;

o buon Gesù, esaudisci dentro le

tue piaghe nascondimi; non

permettere che io mi separi da te;

dal maligno nemico difendimi;

nell'ora della mia morte chiamami

e comanda che io venga a te,

affinché ti lodi con i tuoi santi

nei secoli dei secoli. Amen.

Sacrum Convivium

O Sacro Convito, di Gesù Cristo ci nutri,  sei viva memoria della sua passione  all'anime nostre doni la vita divina, e il  pegno della gloria futura.

O Salutaris Hostia

Ostia salutare, che apri la porta

del cielo; ci incalzano aspre

battaglie: dacci forza, portaci aiuto

Al Signore uno e trino sia gloria

eterna: ci doni la vita senza fine

 nella patria celeste Amen.